innovazioni doganali BeOne

Nel software BeOne le ultime innovazioni doganali

Le novità sono state introdotte in occasione di Expo
0
634

Negli ultimi mesi l’Agenzia delle Dogane ha apportato una serie di innovazioni doganali procedurali destinate a migliorare l’attività delle aziende del settore. Le semplificazioni e le agevolazioni sono state apportate in occasione dell’Expo, che ha dato un importante impulso al comparto. “Per Nova Systems innovare è una vocazione, questo significa essere sempre in linea con le esigenze del mercato – afferma Ivano Avesani, presidente di Nova Systems -, Il nostro Centro Sviluppo si è fatto trovare pronto per la nuova sfida, implementando la soluzione software BeOne Cloud Forwarding per creare nuove opportunità di business ai nostri clienti e gestire l’impatto delle innovazioni procedurali in seguito alle novità nell’ambito doganale”.

La dogana operano in un contesto regolato da norme comunitarie vincolanti per ogni Stato membro dell’Unione Europea. “Gli operatori hanno dovuto allinearsi alle esigenze europee. L’impegno di Nova Systems è stato quello di fornire un prodotto in linea con le necessità della dogana, in particolare per quanto riguarda la gestione delle operazioni doganali, dei magazzini doganali e Iva e la parte relativa all’Intrastat, con la trasmissione telematica dei dati da e verso l’Agenzia delle Dogane”, prosegue Ivano Avesani.

dogane nova systems

dogane nova systems

Il presidente di NS Ivano Avesani: “Creiamo nuove opportunità di business per i nostri clienti”

In ottica Expo sono state individuate alcune importanti innovazioni procedurali: l’estensione dello sdoganamento in mare a tutti i porti di ingresso delle merci (pre-clearing); il trattamento prioritario per un più veloce sdoganamento nei porti ed aeroporti di arrivo. E ancora, i fast corridors per l’inoltro immediato delle merci arrivate via mare ai punti di sdoganamento con trasferimento su gomma attraverso corridoi controllati dalla Piattaforma Logistica Nazionale, o via ferrovia, e un portale di monitoraggio in real time delle merci destinate ad EXPO; il potenziamento dei presidi deputati ai controlli all’importazione nei siti individuati come punti di ingresso o punti di sdoganamento.

L’Agenzia delle Dogane sta inoltre implementando i collegamenti telematici di tutti i regimi doganali, tra cui l’immissione in libera pratica, l’esportazione, la temporanea esportazione, la riesportazione, l’importazione, la temporanea importazione, la reimportazione, l’introduzione in deposito e il transito. È stata infine innovata la temporanea custodia delle merci. “Da un punto di vista informatico, l’Agenzia delle Dogane ha informatizzato a tutti i manifesti merci in arrivo e in partenza per le navi e gli aerei – aggiunge Avesani -. Nell’ambito di questo processo è stato realizzato lo sdoganamento in mare, che avviene quindi prima che la nave arrivi a destinazione”. Attraverso il fast corridor la merce viene invece trasferita direttamente dal porto di destinazione al magazzino di temporanea custodia. Questo è reso possibile perché il destinatario impegna in anticipo la garanzia sulla merce da trasferire. L’operazione deve essere effettuata nell’ambito del contratto unico di trasporto. In questo caso l’Agenzia delle Dogane territorialmente competente autorizza il fast corridor tramite un disciplinare.

Tra le altre innovazioni doganali, l’Agenzia delle Dogane ha introdotto la possibilità di pagare i diritti doganali scaricati sul conto di debito. “La soluzione software BeOne può effettuare un controllo di congruità sull’importo in scadenza calcolato sulle singole bolle (rettifiche comprese)”, conclude Ivano Avesani.

Scopri il software gestione pratiche doganali di BeOne

Data: 29-06-2015

Print Friendly, PDF & Email