Defibrillatore Inaugurazione

Nova Systems aderisce al progetto Città Cardioprotetta

All’inaugurazione hanno partecipato i rappresentanti del Comune e il personale sanitario della Croce Verde
0
131

È stato inaugurato nei giorni scorsi il nuovo defibrillatore installato nel corridoio adiacente alla sede di Nova Systems, a San Martino Buon Albergo (Verona). Un desiderio di Valerio Avesani che diventa realtà.
“La nostra azienda sostiene la prevenzione: per questo il DAE è stato collocato all’esterno di Nova Systems, affinchè sia a disposizione degli operatori e dei visitatori del centro commerciale e direzionale di Verona Est”, ha sottolineato il Presidente Ivano Avesani. All’inaugurazione hanno partecipato il sindaco e il vicesindaco del Comune di San Martino Buon Albergo e i rappresentanti della Croce Verde.

“Abbiamo aderito al progetto del Comune Città Cardioprotetta e messo il defibrillatore nel corridoio vicino all’ingresso di Nova Systems, come avrebbe desiderato Valerio, perché fosse accessibile a tutti in qualunque momento, anche quando l’azienda è chiusa”, ha spiegato Avesani. Il DAE è custodito in una teca provvista di allarme per scoraggiare i vandalismi ed è uno strumento geo localizzato.

Lo strumento è stato installato all’esterno dell’azienda

“Avevamo promesso di realizzare anche questo sogno di mio padre e sono felice che si concretizzi sulla porta dell’azienda che ha creato, ma sia a disposizione degli operatori che lavorano in tutto il Centro commerciale e delle tante persone che gravitano qui attorno”, ha aggiunto l’Organization Manager Barbara Avesani, che ha evidenziato: “La nostra azienda organizzerà un corso di quattro ore, utile per quanti si vorranno formare all’utilizzo del defibrillatore. Non deve far paura il suo utilizzo, anzi è uno strumento che va usato in caso di necessità, perché le statistiche ci informano che il 70 per cento degli arresti cardiaci avvengono quando è presenta un’altra persona che potrebbe intervenire, ma solo nel 15 per cento dei casi si applicano le corrette manovre salvavita che potrebbero cambiare radicalmente l’esito dell’attacco”.

Data: 01-10-2019

Print Friendly, PDF & Email